Pagamento della retribuzione tracciabile

L' art. 1 della legge 160/2019 (legge di Bilancio 2020), comma 679,  prevede che per le spese per le quali si ha il diritto di chiedere  la detrazione del 19%,  il pagamento  della retribuzione del dipendente deve avvenire con strumenti tracciabili (con carta di credito o bonifico).

Si ricorda che la detrazione per i costi del la retribuzione della badante è ammessa quando non si supera un reddito annuale lordo di  40.000,00 euro e, congiuntamente,  si è in possesso di una attestazione medica la quale certifica che la persona assistita non ha l'autosufficienza a compiere gli atti quotidiani. Come precisato nella circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 7/E del 4 aprile 2017, nel limite di reddito di euro 40.000 deve essere computato anche il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.

 

ATTENZIONE: sono detraibili esclusivamente le spese sostenute per la badante e non per la colf.

La detrazione è ammessa anche quando si paga la retribuzione della badante per  familiari non a carico.

Tuttavia, se il datore di lavoro non intende usufruire della detrazione per gli addetti all'assistenza personale, allora si può continuare ad utilizzare il pagamento contanti, in quanto, il comma 913 dell'art.1 della legge di Bilancio per il 2018,  prevede l'esenzione dei datori di lavoro domestico dall'obbligo di pagare lo stipendio con strumenti tracciabili.

 

FATE ATTENZIONE: per poter fruire delle detrazioni in dichiarazione dei redditi, sarà necessario conservare i documenti cartacei, per cinque anni.

Quindi,  se si paga con il bancomat una delle spese sanitarie che porterete in detrazione, non è sufficiente conservare la copia della fattura o dello scontrino fiscale ricevuto, ma dovrete conservare anche la copia del pagamento POS o la copia dell'assegno utilizzato per il pagamento.

Per poter accedere alle detrazioni IRPEF del 19% è quindi importante fornire al Fisco la prova dello strumento tracciato utilizzato. La detrazione è applicabile fino ad una spesa di  2.100,00  euro e quindi a circa 399.00 euro per ogni anno d'imposta.