LIMITE AL PAGAMENTO DI CONTANTI DELLA RETRIBUZIONE DI COLF E BADANTI

Dal 1° gennaio 2022 per pagare la retribuzione ai dipendenti appartenenti al settore delle collaborazioni domestiche sono vietati i pagamenti in contanti per un importo superiore a €. 999,99

Il divieto scatta anche se si vogliono pagare in contanti importi inferiori a tale limite e si decide di effettuare  il pagamento con importi inferiori alla soglia frazionandoli in momenti diversi.

 

Per esempio:

Pagare €. 500,00 il 05 Gennaio  2021 e poi, un pagamento a saldo di  €. 600,00  il 10  Gennaio 2021, è vietato perché si supera il limite di legge di 999,99 euro!

 

Questo vuol dire che per pagare ai collaboratori domestici uno stipendio superiore a €. 999,99  i dipendenti dovranno aprire un c/c bancario  sul quale i datori di lavoro potranno versare la retribuzione, oppure, dotarsi di carte di credito che prevedono anche un codice IBAN.

pexels-cottonbro-3943745.jpg

La violazione a tale normativa è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da €. 3.000  a €. 50.000.

 

Per esigenze di coerenza sistematica, peraltro, si è previsto che, per le violazioni commesse e contestate dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 il minimo edittale sia pari a 2.000 euro.

Per le violazioni commesse e contestate a decorrere dal 1° gennaio 2022, invece, il predetto minimo edittale sarà ulteriormente abbassato a 1.000 euro.